doveroso da parte nostra portare a conoscenza dei viaggiatori diretti a Zanzibar anche delle disavventure occorse riportate dai giornali. Un pizzico di prudenza in più è sempre l'ideale.

Da EMILIANET - CRONACA DI FERRARA (FERRARA - 26 settembre 2000)
È stata davvero una brutta avventura quella che ha funestato il viaggio di nozze di una coppia di sposi ferraresi, partiti alla volta di Zanzibar per godersi i primi momenti di vita coniugale.

I due alloggiavano in un villaggio turistico a Karibu che è stato preso d'assalto da una banda di banditi armati di pistole e machete. L'episodio risale allo scorso 9 settembre, ma se ne è avuta notizia solo ieri quando i due giovani hanno denunciato il comportamento del tour operator milanese che ha organizzato il viaggio.

Secondo la coppia, esso infatti non avrebbe tutelato la tranquillità del villaggio, lasciando che duecento persone rimanessero per ore in balia di malviventi senza scrupoli, che non hanno esitato a ricorrere a minacce di morte.

Commento: episodi come questo, purtroppo, possono capitare ovunque. Bisognerebbe però sapere come le cose sono andate in realtà, partendo dal presupposto che i giornalisti spesso sono molto "creativi".

Ad esempio, in questa circostanza, hanno scritto che tale fatto è accaduto a Karibu. A Zanzibar non solo non esiste tale città, ma questo nome significa "benvenuti" e viene il dubbio che qualche urbanista lo adotti.

DAL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI (27 gennaio 2000)
Si è registrato lo scorso dicembre un'aggressione da parte di un gruppo di malviventi a danno degli ospiti dell'Hotel Matemwe Bungalows, sito sulla costa nord-occidentale di Zanzibar.

Di recente, sono avvenuti ulteriori aggressioni a scopo di rapina anche nei vicoli del centro della capitale Stone Town, comportando talvolta il ferimento della vittima.

Si consiglia, pertanto, di adottare le misure di prudenza del caso durante il soggiorno nell'isola.

DAL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI (27 settembre 2000)
Si ha notizia che a Zanzibar, nei giorni 7 e 25 settembre, due villaggi turistici dell'isola, frequentati da connazionali, sono stati assaltati da un gruppo di malviventi mascherati ed armati di pistole e machete.
I banditi si sono impossessati del denaro depositato nelle cassee dei valori edeffetti personali della clientela presente.

I due villaggi si trovano: il "Ventaclub" sulla costa orientale dell'isola, l'altro in località Mawimbini, sulla costa occidentale a pochi chilometri dalla capitale Stone Town.

Il ripetersi del fenomeno delle aggressioni da parte di banditi armati a danno di grosse strutture turistiche fanno, in questo momento, ritenere alquanto precaria la situazione di sicurezza nell'isola di Zanzibar.

Le autorità locali di polizia hanno iniziato a sorvegliare alcuni luoghi turistici ed il loro impegno dovrebbe essere rafforzato ed esteso ai vari villaggi turistici di tutta l'isola.

Attualmente, in vista della prossima tornata elettorale che si terrà il 29 ottobre 2000, il grosso delle forze di sicurezza è impegnato al mantenimento dell'ordine pubblico interno.

Tutti gli elementi, foto incluse, contenuti nelle presenti pagine sono realizzati dallo staff di

e sono coperti da copyright.

Qualsiasi utilizzo non autorizzato costituisce illecito penale.